ECCELLENZA: in ”zona Cesarini” Cragno fa esplodere il Bozzi, 3-2 sul Signa!

RONDINELLA: Pecorai, Mazzolli, Amoddio, Marchi, Marini, Caparrini (89’ Petri), Fantechi, Antongiovanni (75’ Cragno), Rosi, Maresca (66’ Ferrmaca), Giorgelli. All. Francini 

SIGNA: Crisanto, Nencini (70’ Giuliani), Capochiani, Diegoli, Tempestini, Becagli, Paci (79’ Mosca), Dallai, Tempesti, Coppola, Alesso. All. Scardigli 

Marcatori: 3’ Antongiovanni, 37’ Diegoli, 50’ Marchi, 81’ Tempesti, 89’ Cragno 

Arbitro: Riccardo Borghi (Sez. Modena)

DUE STRADE (FI) – Pirotecnica, emozionate e di grande tradizione. Si potrebbe riassumere così la sfida del Gino Bozzi dove una stoica Rondinella vince ad un minuto dal 90’ con il gol in “zona Cesarini” di Cragno consolidando così il secondo posto in classifica a quota 25 punti a -5 dal Figline e a +4 sulla Fortis Juventus. Rammarico per Scardigli per aver raggiunto, e non sfruttato, il doppio raggiungimento sui biancorossi di Francini. Ma veniamo alla cronaca: pronti via ed il match si sblocca subito con l’ex di turno atteso da tutto e tutti, Antongiovanni dopo 3’ porta avanti i locali, cross al centro di Amoddio dalla sinistra e deviazione beffarda di Antongiovanni sul secondo palo che batte Crisanto per l’1-0. La Rondine amministra ma al 37’ il Signa perviene al pareggio: azione manovrata, la palla arriva a Diegoli che conclude dal vertice destro dell’area piccola, palla che passa sotto le gambe di Amoddio prima e di Pecorai poi, 1-1. Nella ripresa dopo 5’ la Rondine torna avanti con Marchi: pennellata di Caparrini su calcio piazzato sulla quale “momo” Marchi si avventa incornando per il 2-1. Il Signa non molla e la Rondine si suicida: errore clamoroso di Caparrini a centrocampo (che sin lì stava giocando una grandissima partita) che innesca il contropiede, cross al centro per Tempesti che di testa anticipa Pecorai in uscita al minuto 81’ è 2-2. Ma quando ormai la gara sembra avviata al pari al 89’ Cragno sfrutta e segna: palla di e Cragno deposita in rete – traducendo nella pratica – il classico “chi si errore ferisce, di errore perisce” ed il Bozzi tumulta in una grandissima esultanza per un gol che manda in orbita i biancorossi. 3-2! 

Leave a comment

Condividi